Test Yamaha MT-09 e MT-09 Tracer

Discussioni sulle moto di altri produttori
Rispondi
Avatar utente
piccione
.
.
Messaggi: 2911
Iscritto il: mar gen 21, 2014 9:13 pm
Località: Bassano del Grappa

Test Yamaha MT-09 e MT-09 Tracer

Messaggio da piccione » ven mar 27, 2015 6:43 pm

La primavera sveglia la manetta ed insinua insane voglie di tradimento...
Si può essere fedeli alla propria donna (qualcuno dice di no), ma nessuno ci obbliga ad essere fedeli alla cavalcatura per cui senza offesa per la GP proseguo con i miei test 2015... Versys 1000 già montata ed ora tocca alle MT-09!
A dire il vero volevo guidare solo la Tracer, ma già che c'ero e che non c'era gente il Concessionario mi ha gentilmente offerto il due per uno alla faccia de "il triangolo no! Non l'avevo considerato!".
Le due moto sulla carta sono moplto simili: stesso motore, stesso telaio, stesse ruote e quote ciclistiche, stessi freni.... cambiano le sovrastrutture e l'abitabilità: la Tracer è più alta, ha la sella più larga e più lunga e ovviamente ha il cupolino.
Esteticamente non ho dubbi: la nuda è molto più originale e ben proporzionata; è solo un po' piccola (almeno per me che sono quasi 1.90) ma l'abitabilità è buona; la strumentazione è piccola ma anch'essa originale sia per la posizione decentrata che per la forma.
La Tracer invece mi sembra più il risultato di una forzatura che un Crossover ideato e costruito: il posteriore più ampio non si sposa bene con il resto della moto, la strumentazione rettangolare e squadrata, pur moderna e completa ha un che di automobilistico che non mi piace ed il plexi del cupolino che dovrebbe essere piuttosto particolare in realtà è anch'esso piuttosto brutto come se fosse un pezzo di recupero infilato là per proteggere dal vento.
Accendiamo i motori!
La Nuda:
L'MT-09 ha ABS e tre mappature (STD = Standard che s'imposta automaticamente ad ogni accensione, A= Sport; B= rain). Le ho provate tutte ed in effetti la standard è la più indicata per il normale utilizzo perché il motore resta abbastanza pronto senza strappare, ma la "A" è quella che ho utilizzato per testare a fondo le potenzialità del mezzo. Di buono c'è che la moto è molto leggera e NON ha il controllo di trazione (quindi le penne riescono benissimo!!!!). Con questa mappatura la risposta è sempre pronta sin dai bassi ed il motore ha un allungo notevole. Se apri sale presto di giri ed ha anche un suono abbastanza gradevole che proviene dall'air box e dallo scarico (niente a che vedere con i brividi acustici che regala la GP però...) alla lunga ha un effetto on-off un pò fastidioso che non mi sarei aspettato in un tre cilindri. Frena comunque benone (ha anche abs) e sembra bella da portare anche in curva (dico sembra perché purtroppo le strade a disposizione nella zona del Concessionario sono dritte e piuttosto trafficato, quindi poche curve!). La posizione di guida è abbastanza comoda ma comunque d'attacco: pedane altine e leggermente arretrate e manubrio dritto... si sta caricati abbastanza davanti, ma ci sta data l'indole sportiva del mezzo. Quando ci dai dentro la moto mostra una bella grinta, ma assomiglia di più ad un quattro cilindri che ad un due: in sostanza pur pescando coppia anche dai bassi regimi non ti da mai la sensazione della "castagna" salvo poi andare in bella progressione sino a ben oltre i diecimila giri; è lì che senti il motore urlare come un plurifrazionato di media cilindrata. Costa intorno ai 9.000 Euri
La Tracer:
Ero andato in Yamaha per provare proprio questa per la sua vocazione sportiva, ma nel contempo votata anche al turismo ed in effetti i "correttivi" in tal senso approntati da mamma Yama si vedono e si sentono.
Sella più alta e più larga, non morbida ma comoda; manubrio più largo e più ampio; pedane più basse e più centrate... insomma si sta in posizione comoda e naturale anche con le gambe lunghe come le mie. Questa oltre all'abs e le mappature ha anche il controllo di trazione che sarà anche utile, ma a me non piace... se apri forte con le marce basse interviene... niente impennate... insomma triste! La moto è più fluida della nuda, ma nello stesso tempo anche più educata (forse troppo, persino "castigata" direi!). Intendiamoci, in mappa "A" spinge bene lo stesso e va forte, ma la sensazione è che sia costretta da una mappatura sin troppo morbidina. Poche vibrazioni ed un motore più silenzioso della nuda (anche questo non è cosa positiva per me...).
Giudizio finale.
La Tracer mi ha globalmente deluso... sembrava più bella esteticamente e guidandola non mi ha emozionato. Sta storia dell'economie di scala va bene per tirare fuori modelli diversi da un progetto unico, ma qui hanno voluto tirare fuori una tourer da una nuda sportiva e si vede che la cosa non è riuscita molto bene! Tanto per capirci un travestito non è una Drag-Queen!
Molto meglio la MT-09 più "cattiva" e briosa oltre che più originale nelle linee. Con poco più di 8.000,00 Euro la porti a casa!
Resta il fatto che l'impressione è quella di portarsi in giro una bella media e non una maxi.
Marco

Rispondi