Test Kawasaki Z 1.000 sx

Discussioni sulle moto di altri produttori
Rispondi
Avatar utente
piccione
.
.
Messaggi: 2933
Iscritto il: mar gen 21, 2014 9:13 pm
Località: Bassano del Grappa

Test Kawasaki Z 1.000 sx

Messaggio da piccione » lun feb 24, 2014 7:01 pm

Provata oggi.
DA FERMA:
Poche le modifiche rispetto al modello precedente. Meglio la colorazione grigia della verde.- Bello e pratico il manopolone per la regolazione del mono. La posizione di guida è comoda con il manubrio rialzato che quindi non costringe a caricare in avanto: polsi e collo ringrazieranno sicuramente! Le soluzioni estetiche sono un po' le solite (francamente hanno un po' stancato....), ma l'ergonomia è molto buona... anche il cupolo si regola facilmente ed è quindi buono per tutte le situazioni e le stazze dei vari piloti.
ACCESA:
Bello il rumore, pieno e corposo con il classico sound grintoso e cattivo che sa regalare un quattrinlinea come si deve! Poche vibrazioni, strumentazione poco leggibile (a parte il contagiri) e noto l'assenza di un contamarce (con un motore ed una moto così sarebbe utile). Due le mappature e tre i controlli di trazione più o meno invasivi.
IN MARCIA:
Il motore ha un'elasticità incredibile! Al minimo puoi buttare dentro tutte le marce senza un minimo di rifiuto o singhiozzo (da questo punto di vista un buon 4 cilindri di oggi è un altro mondo rispetto al bicilindrico)... se viaggi in relax dopo un po' ti dimentiche che marcia hai dentro e se acceleri va su comunque... :shock:
Di brutto c'è che ai medi la senti un po' pigra a prendere giri, salvo poi continuare a spingere sino al limitatore. Alla fine però su strada si fa fatica ad apprezzarne le doti in quanto è quasi impossibile "tirare" più di una marcia e allora.... viva i V-Twin!! :mrgreen:
Ciclistica ok con un'agilità sorprendente ed un bel handling. La frenata è potente e modulabile senza appunti da fare. E' comoda, intuitiva, potente, gentile ma con 140 cavalli a disposizione da scatenare... manca però di personalità sia esteticamente che alla guida.
Insomma non la comprerei, ma chi la compra non sbaglia di sicuro...
Marco

Rispondi