I Test del Piccione: Harley Davidson Livewire elettrica

Discussioni sulle moto di altri produttori
Rispondi
Avatar utente
piccione
.
.
Messaggi: 3296
Iscritto il: mar gen 21, 2014 9:13 pm
Località: Bassano del Grappa

I Test del Piccione: Harley Davidson Livewire elettrica

Messaggio da piccione »

Ebbene sì. Stavolta si sta parlando di qualcosa di veramente diverso, non si tratta di provare una moto diversa dalla nostra, ma di guidare una cosa diversa per concezione, sensazioni e filosofia!
La mia prima moto elettrica (non sarà l'ultima di sicuro)!
E' da un po' che avevo in mente di provare la Livewire; ci ero salito sopra all'ultimo EICMA pre pandemia e mi hanno fatto fare un'acceleratina seduto sulla moto appoggiata sui rulli! Già così si capiva che non era una cosa "normale", convenzionale a cui siamo di solito abituati, ma qualcosa di ben diverso....
E così arrivo un po' prima dal Tribunale verso casa e non ho più voglia di passare per l'ufficio; vedo la Livewire in vetrina dal Conce e mi fermo.
Io sapevo che per le prove in Harley sono sempre stitici come le donne in gravidanza per cui volevo solo chiedere quando organizzavano qualche evento per provarla....
Matteo, che conosco, mi dice che è un casino, che la moto gira vari concessionari e che è difficile, ma dopo un po' mi chiede se mi andrebbe bene scappare via mezz'oretta subito!
Come mostrare il guinzaglio al mio cane! Ho già casco in testa e guanti pronti; metto in tasca le chiavi della GP e sono pronto!
Matteo prende un'altra bestiona per portarmi a spasso (in Harley funziona così: un responsabile ti apre la strada e tu lo segui.... non ti lasciano andar via da solo. Vabbè).
Mi da le "chiavi" (un ciondolo da tenere in tasca) e mi "accende" la moto, anzi no! La moto è semplicemente muta e ferma! Io lo guardo con un'aria interrogativa e lui mi dice: "tira su la stampella ed accelera!"
Allora tiro su la stampella e piano piano do gas, anzi elettricità :lol:
Non ho la leva della frizione e non ho la leva del cambio.... a sinistra non ho una mazza da fare!
La moto sembra pesantina e molto rigida, oltre che un po' piccola per la mia stazza (come sempre! :? ) accelero con attenzione perché non so cosa aspettarmi, magari strappa e non riesco a controllarla o chissà che altro!
In tre minuti usciamo dal traffico e pigliamo la strada per Asiago. Lui sa che non sono un pivello per cui dopo un po' fa girare il motorone della sua Harley per aumentare il ritmo ed io.... ovviamente provo a tirare sta moto... ruoto la manopola e nel silenzio generale quella sibila e mi spara in avanti!
Questo è spiazzante: nessun rumore se non il sibilo ed il vento, ma la coppia è poderosa e, soprattutto, lineare in modo pazzesco! Faccio persino fatica a spiegarlo... sembra di andare su un treno ad alta velocità. A 150 ci arriva in un attimo; se molli il gas la decelerazione è pure importante, ma anche in questo caso il freno motore è assolutamente prevedibile e progressivo... non strappa mai! O meglio: non si impunta mai.
A livello di guida invece è una moto a tutti gli effetti (se si toglie il fatto di non usare frizione e cambio). E' un po' pesante in inserimento, ma rigorosa come ciclistica con freni eccezionali (Brembo veri e non roba americana o giappa). La strumentazione è piacevole da guardare ed ha quello che serve, compreso il livello della benzina (Opss dei chilometri di autonomia :P ). E' forse un po' piccola, ma stiamo comunque parlando di una naked sportiva....
Lascio andare Matteo un po' avanti e provo un paio di pieghe. Devo dire che è divertente, ma la sensazione è che a forzare il ritmo tenda ad allargare ed a chiedere una guida un po' troppo fisica.
Facciamo una ventina di chilometri sempre accelerando di brutto appena si può. Quando torno in Conce l'autonomia da 200 passa a 150 per cui mi viene da pensare che i 200 km dichiarati di percorrenza sono solo se si va a fil di gas....
Divertente però è divertente ed è facile abituarsi a questo Ciao anabolizzato! :lol:
Ora come ora è solo uno sfizio dedicato a chi si può permettere di sborsare oltre 30.000 Euro per una moto elettrica da destinare a seconda (o terza) moto.
Al semaforo tocco il generatore che non è nemmeno caldo, quindi non dovrebbe esserci il problema del calore, altra cosa bella no?
Segno meno per l'ergonomia dei comandi: gli specchi sono così attaccati alle manopole che danno fastidio alla mano dsestra (la sinistra invece sta lì ferma in emiparesi.... :whistle: ) e la freccia destra è poco facilmente raggiungibile senza mollare la manopola del gas.
La moto comunque a me piace e l'idea pure, peccato per il prezzo!
A breve dovrebbe essere disponibile la Pan america!
State sicuri che se posso ci poso le chiappe sopra!
:whistle:
Marco
Avatar utente
ferromecc
.
.
Messaggi: 470
Iscritto il: mer nov 03, 2010 8:27 am
Località: carpi

Re: I Test del Piccione: Harley Davidson Livewire elettrica

Messaggio da ferromecc »

Ciao :P Piccione Bravo :clap: Rispondo anche solo per salutarti. Abito a 8 km da Energica e spesso incontro queste Moto Elettriche lugo la strada :P seguendole :roll: grarda caso! Hanno una accellerazione impressionante :o Più di uno Scrambler 1100 guidato da mè . Il peso e l'autonomia giocano a mio favore però :lol: Probabilmente miglioreranno , togliendo tanto peso, e prezzo :D
Rispondi